top of page

Come scrivere contenuti in azienda quando non hai tempo di farlo

Aggiornamento: 16 feb 2023


👆🏻 Spoiler: l'immagine di copertina è creata con l'AI di Canva (Con la query "persona disperata che scrive al computer").


Sommario


I contenuti servono

Questo post è il primo di una serie di contenuti che svilupperemo partendo dalle domande e dai dubbi più comuni che emergono nelle riunioni con clienti e potenziali clienti. Ovviamente cercando di dare delle risposte 🤪.


Il primo tema nasce da questa complicata equazione: "Digital marketing = hai la necessità di creare contenuti testuali e visuali".


Calendario editoriale? Articolo? FAQ? E-book? Qualsiasi cosa 🤯?


Per la maggior parte delle strategie di digital marketing serve scrivere qualcosa. E quando si chiede di scrivere in azienda la risposta è sempre quella:

Io non ho tempo!

Tuttavia resta la necessità di avere dei contenuti. Per dimostrare che ci sei, per un piano relazionale, per un tentativo di SEO. Insomma, serve!


Non starò a disquisire se il tempo per la scrittura di un contenuto sia un costo o un investimento (ovviamente propendo per la seconda), ma il dato di fatto è che la maggior parte dei calendari editoriali, delle strategie di generazione di contatti e delle newsletter si arenano così:

Nella polvere del primo contenuto faticosamente scritto che poi per anni rimane lì a testimonianza che "Sì, abbiamo fatto qualcosa, ma poi non mi ricordo chi se ne occupasse".


Se ti è successo questo e non hai un'agenzia di marketing che si occupi di scrivere i contenuti per te, ecco 4 soluzioni per generare contenuti per la tua attività senza doverli scrivere di tuo pugno.


Parliamo di contenuti relativi alla domanda informativa, una sottospecie molto importante della domanda consapevole.

La premessa è che il nostro approccio è "minima spesa, massima resa" quindi se sei schizzinoso/a rispetto a strategie da battaglia fermati qui

Come individuare i temi

Dunque, se non sai proprio da dove partire ecco le modalità più utilizzate per farlo:

  1. Inserire in Answer The Public una o più keyword e leggere le domande che le persone scrivono sull'argomento in Google. Un po' old school, un po' che comunque sono le domande sulle quali lavorano tutti, ma anche un po' funzionale ed efficacie. L'alternativa a pagamento e che mi piace è la funzione "Domande" di SeoZoom.

  2. Leggere i commenti e le recensioni fatti a te e ai tuoi concorrenti: il modo n. 1 per individuare dubbi, argomenti e pensieri che hanno bisogno di una spiegazione. Valgono anche le domande e risposte in Amazon (se hai prodotti).

  3. Chiedere ai commerciali e alla rete vendite. Le cose che per loro sono scontate e noiose (perché le hanno ripetute mille mila volte) solitamente non lo sono per i clienti.

Fatto ciò puoi procedere con la lettura 😀 e scoprire 4 modalità per (far) realizzare i tuoi contenuti senza scriverli tu.


ChatGPT

Attualmente non si parla d'altro per ottimizzare la stesura dei propri contenuti, l'utilizzo dell'intelligenza artificiale come fonte di contenuto va utilizzata con criterio!


Ma per dare un'idea del funzionamento del software di Openai e del suo funzionamento, lasciamo la parola ha ChatGPT 😂


Chiedendo a ChatGPT "scrivi 4 paragrafi su come utilizzare chat gpt per scrivere quando non hai tempo" abbiamo ottenuto il seguente testo:


"ChatGPT può essere un utile strumento per scrivere quando non si ha molto tempo a disposizione. Ecco quattro possibili modi per utilizzarlo:


Generazione di idee:

se si ha bisogno di scrivere un articolo, un saggio o un discorso ma non si ha tempo per pensare a un'idea, ChatGPT può aiutare a generare idee in pochi secondi. Basta digitare un argomento o una parola chiave e ChatGPT restituirà una serie di possibili idee che possono essere utilizzate come punto di partenza per il proprio lavoro.


Sostituzione di parole:

quando si sta scrivendo, può essere difficile trovare la parola giusta per esprimere un concetto. ChatGPT può essere utilizzato per suggerire sinonimi o frasi alternative per le parole che si hanno difficoltà a trovare. In questo modo, si può scrivere più velocemente e con maggiore precisione, senza dover spendere troppo tempo a pensare alla scelta delle parole.


Creazione di bozze:

se si ha poco tempo per scrivere un articolo o una relazione, si può utilizzare ChatGPT per creare una bozza di base. Basta digitare alcune idee generali o un sommario e ChatGPT può aiutare a riempire le lacune e a creare una bozza più completa in poco tempo. Questo può essere particolarmente utile se si ha bisogno di produrre un lavoro in fretta, ma non si ha ancora una visione chiara di come organizzarlo.


Verifica della grammatica:

una volta scritto un testo, ChatGPT può essere utilizzato per verificare la grammatica e la punteggiatura. In questo modo, si possono correggere eventuali errori di battitura o di sintassi in modo rapido ed efficace, senza dover perdere troppo tempo a rileggere il proprio lavoro. Ciò consente di risparmiare tempo prezioso e di evitare eventuali errori che potrebbero danneggiare la qualità del proprio lavoro."


Dato che non avevamo tempo 😂 abbiamo richiesto a ChatGPT la seguente formulazione:

"scrivi sinteticamente 5 pro e 5 contro nell'utilizzo di chatgpt"


Risposta:

"Pro:

  1. ChatGPT è un'ottima risorsa per generare idee, trovare sinonimi e scrivere bozze di base.

  2. ChatGPT può aiutare a risparmiare tempo nella scrittura e nella correzione dei testi.

  3. ChatGPT può essere utilizzato per produrre una grande quantità di contenuti in un breve lasso di tempo.

  4. ChatGPT può essere utile per chi ha difficoltà a trovare le parole giuste o a organizzare le proprie idee.

  5. ChatGPT può aiutare a scrivere in lingue straniere o in termini tecnici.

Contro:

  1. ChatGPT non è in grado di sostituire la creatività e l'originalità dell'autore.

  2. ChatGPT può generare testi incoerenti o poco comprensibili.

  3. ChatGPT può produrre contenuti di bassa qualità o contenenti errori di grammatica e punteggiatura.

  4. ChatGPT potrebbe essere utilizzato per produrre contenuti plagiarizzati.

  5. ChatGPT potrebbe essere utilizzato per diffondere informazioni false o fuorvianti."

Allenandoci all'utilizzo dell'intelligenza artificiale possiamo decimare i tempi di stesura di un contenuto in forma di bozza, ma va comunque ottimizzato in fase finale da un essere umano.


Un umano

Lo so, è demodé, ci devi parlare, devi spiegare cosa vuoi e devi magari dare delle indicazioni. Ma esiste una categoria di professionisti che scrivono per lavoro e che sono ben felici di scrivere al posto tuo.


Si chiamano copywriters e se lavorano bene ti aiutano ad avere contenuti originali, nel senso che non sono stati copiati da fonti esistenti ma, nel migliore dei casi, esprimono un punto di vista inedito dell'azienda su un argomento.


Il contro è che oggettivamente è una strada costosa per una piccola e media impresa e che comunque richiede un po' di interazione con il suddetto umano, a volte con dilazione dei tempi (es. mi dovevi mandare le fonti, le info, ecc.)


Pro: qualità

Contro: costo


Portali on-line con redazioni condivise

I professionisti della categoria qui sopra faranno la faccia qui sotto, ora:

Molto spesso infatti per ridurre i costi, ma avere un contenuto dal tocco umano, è possibile usare portali on-line dove persone di ogni estrazione (professionale e non) vengono pagate on-demand con costo ad articolo per scrivere al posto tuo.


In questo modo otterrai l'articolo top sul tema che vuoi trattare? Forse no. Ma potrai ottenere una base da rileggere e integrare per pubblicare il tuo blog post, la tua newsletter, il tuo e-book.


Un esempio di questi portali è Melascrivi, che propone anche un'altra soluzione interessante basata sull'intelligenza artificiale 👇🏻


Pro: costo basso per articolo

Contro: difficile (senza una revisione reale dell'azienda) creare contenuti originali


Melabrain

Il portale Melascrivi ha introdotto un tool di intelligenza artificiale molto interessante, chiamato Melabrain.


Ti permette di creare queste tipologie di contenuti:

... seguendo una procedura guidata che parte da un titolo/topic ed arriva a darti la bozza del contenuto finale sul quale lavorare.

La piattaforma è in certo senso avanzata, ecco ad esempio la sequenza di informazioni che chiede per creare un post Linkedin:

Come vedi è possibile dare molte informazioni al sistema per ricavarne un suggerimento/testo pertinente.


Pro: costo molto basso e contenuto in tempi immediati

Contro: zero originalità


Conclusioni

Innanzi tutto grazie che ti leggi pure le mie conclusioni 🤓.


Il mio parere è che tutti e tre gli strumenti qui sopra riportati ti possono aiutare a creare i tuoi testi (ma anche immagini, post social, ecc.) in tempi rapidi e con costi inferiori all'ingaggio di un'agenzia.


Noi stessi in tanti casi utilizziamo una o tutte e tre le strade per generarli, e per ora ti posso assicurare che il risultato è soddisfacente: si ottengono lead, si posizionano contenuti, si fanno leggere newsletter.


Certamente non so se nel lungo periodo l'AI sarà sostenibile perché omologherà tutto: sicuramente un contenuto originale e utile sarà sempre privilegiato, ma diciamocela tutta.

Meglio qualcosa di "ok" che niente in tutto. E non puoi che essere d'accordo.

E tu? Hai già generato contenuti in questo modo? Cosa ne pensi? Scrivilo nei commenti 👇🏻

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page