Remarketing Facebook Pixel: come ottimizzare le conversioni tramite i social

Cosa è, a cosa serve e perché è importante?


In questo blog post, affrontiamo un aspetto fondamentale per ogni strategia di web marketing, andando a capire meglio (o conoscere per la prima volta) cosa è il pixel di Facebook, quanto sia importante da utilizzare e sfruttare al meglio e, soprattutto, parliamo di come fare remarketing tramite Facebook Pixel.


Un passo alla volta.


Cosa è il Facebook Pixel?


Seguendo la definizione che ci viene data direttamente dalla piattaforma di Facebook, il Facebook Pixel è "uno strumento per la raccolta di dati statistici che ti consente di misurare l'efficacia della tua pubblicità dandoti la possibilità di capire quali azioni eseguono le persone sul tuo sito web".


Entriamo quindi nei dettagli:


Facebook è la piattaforma social più grande del mondo, capace di contare circa 2,38 miliardi di utenti attivi al mese (hai capito bene, 2,38 MILIARDI AL MESE).

È chiaro quindi quanto Facebook, ancora, sia un punto di riferimento non solo per la condivisione di news, ma, e soprattutto, per creare strategie di marketing capaci di convertire e portare risultati.


Un'altra considerazione che ne deriva è senza dubbio, quindi, che un'attività, un brand o un privato che voglia sfruttare Facebook per fare marketing, non può limitarsi a pubblicare post non sponsorizzati in quanto la visibilità organica che concede la piattaforma è davvero minima.


Necessita quindi di sponsorizzazioni mirate (ovviamente campagne a pagamento) a massimizzare i risultati, ed è qui che possiamo iniziare a parlare di Facebook Pixel.


Abbiamo capito che il Pixel è un sistema di tracciamento e di raccolta dati.

Ma la domanda è:


Come funziona?


Il tool per fare ciò utilizza una stringa di codice di Javascript installata sulle pagine del nostro sito.

Il codice di tracciamento conserva ed elabora i dati del traffico e delle azioni eseguite dagli utenti sul nostro sito, imparando a scorgere gli utenti che hanno maggiore possibilità di eseguire determinate azioni.

Grazie a queste funzionalità Facebook riesce a indirizzare gli annunci pubblicitari sui segmenti di pubblico maggiormente interessati ad un determinato annuncio, in funzione dei loro interessi e del loro comportamento.














Detto ciò, stiliamo una lista delle cose che possiamo fare con il Facebook Pixel:


  • Assicurarti che le inserzioni vengano mostrate alle persone giuste: trova nuovi clienti o persone che hanno visitato una determinata pagina o eseguito un'azione desiderata sul tuo sito Web.

  • Aumenta le vendite: configura l'offerta automatica per raggiungere le persone che potrebbero eseguire un'azione che desideri, come effettuare un acquisto.

  • Misura i risultati delle tue inserzioni: scopri di più sull'impatto delle tue inserzioni misurando cosa succede dopo che le persone le visualizzano.


Grazie al pixel, si può tracciare il comportamento degli utenti sul sito:

chi visita una determinata pagina del nostro sito, chi diventa un nuovo contatto, chi acquista un determinato prodotto, chi svolge una specifica azione. Insomma, tutto!


[ è per questo che dobbiamo sempre ricordarci di inserire il codice del Pixel su ogni sezione/pagina del nostro sito web a seconda dell'obiettivo che vogliamo registrare ]


Per riassumere velocemente, potremmo dire che i benefici apportati dal Pixel sono i seguenti:


• Riuscire a focalizzarsi su un gruppo di utenti in target

• Aumentare le vendite da FB

• Creare dei report dettagliati grazie ai dati prodotti dal Facebook Pixel

• Qualità > quantità

• Aumentare ottimizzazione dell'investimento


















Macinate tutte queste informazioni sul Pixel, ricordiamo prima di tutto che essendo un codice sorretto da un'intelligenza artificiale ha bisogno di allenamento.

Man mano che verrà utilizzato e potrà lavorare, acquisterà sempre più informazioni utili e precise.


In secondo luogo, possiamo finalmente passare a parlare di Remarketing con Facebook Pixel.


Prima di iniziare, è bene fare chiarezza sulla differenza tra remarketing e retargeting:


Remarketing


Il remarketing è una strategia utilizzata per personalizzare le proprie campagne pubblicitarie focalizzandosi su utenti che hanno già convertito con noi (cioè effettuato un acquisto).


In questo modo, ovviamente, è chiaro pensare a quanto il remarketing possa aumentare la possibilità di nuove conversioni e la diminuzione dei costi di pubblicità, in quanto si punta ad un bacino d'utenza che potremmo definire come "clientela".


Retargeting


Il retargeting è invece quella strategia che va a focalizzare le proprie risorse su un bacino d'utenza che ha già interagito con noi, ma che non ha ancora convertito.


Detto ciò, è ora di iniziare a parlare di come può essere utile il Facebook Pixel.


In una campagna di remarketing/retargeting abbiamo capito che il nostro obiettivo è quello di mostrare ad un pubblico già interessato un'inserzione che li spinga ulteriormente a interessarsi al nostro prodotto/servizio per poi trasformare quell'interesse in acquisto.

Dunque gli utenti che visualizzano l’inserzione da te creata già ti conoscono, si sono interessati ai tuoi servizi e sarà molto più probabile che interagiscano con essa.

Con una campagna di remarketing si abbassano drasticamente i costi di interazione delle tue inserzioni.


Ora, quindi, ci concentreremo sulla creazione tecnica di una campagna di Remarketing con Facebook Pixel.


Step 1 - Pubblico personalizzato


Per prima cosa, ovviamente, devi creare un pubblico personalizzato che coinvolga un gruppo di utenti con un interesse specifico.


Ad esempio, potremmo andare a creare un pubblico personalizzato contenente tutti coloro che hanno visualizzato il "prodotto x" ma che non lo hanno poi acquistato.

Per farlo potremmo includere nel pubblico considerato le persone che hanno visitato la pagina del "prodotto x" (copiando e inserendo l'URL della pagina) escludendo tutti coloro che non hanno poi acquistato, copiando, ad esempio, l'URL della thank you page e inserendolo nella sezione "escludi".

Questo processo ovviamente serve se esiste una thank you page diversa per ogni prodotto, altrimenti andremmo ad escludere anche tutti coloro che hanno raggiunto la thank you page acquistando altri prodotti.


Step 2 - Creazione inserzione


Come secondo step, ovviamente, bisogna creare l'inserzione, in cui andremo ad aggiungere nella sezione pubblico, il pubblico personalizzato creato in precedenza.


Una volta stabilito il budget giornaliero o totale e programmata la data di inizio e fine della tua campagna, puoi creare la tua inserzione.


Il pubblico ovviamente è dinamico, quindi è bene sapere che si riempirà e svuoterà a seconda delle azioni che gli utenti svolgono.


Step 3 - Gestione


Una volta avviata la campagna, tutto ciò che dovremo fare sarà inerente alla gestione di essa.

Il tutto, ovviamente, a seconda delle risposte che arriveranno dalla campagna stessa.


Arrivati alla fine di questo blog post non posso far altro che chiedervi se avete mai utilizzato la strategia di remarketing tramite Facebook Pixel, e nel caso la risposta fosse negativa, quanto sia stato utile questo blog post per conoscere meglio l'utilità del pixel e del remarketing tramite esso.







 



Recapiti e info fiscali.

Indirizzo: Via Carlo Pescaria n. 12 - Bergamo 

Telefono:

+39 035 0144618 oppure

+39 035 0147495

E-mail: info@hangler.it

  • White LinkedIn Icon
  • White Twitter Icon
  • White Facebook Icon

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi articoli, inviti a webinar ed eventi gratuiti:

© 2008-2020 by Hangler Marketing Advisor Sas  P.Iva 03958390167 Rea: BG - 423166 - SDI M5UXCR1