top of page

SEO per e-commerce: le best practices

Aggiornamento: 8 lug 2022



seo per e-commerce: le best practices

Se ti stai chiedendo perché e come fare SEO per e-commerce, allora sei capitato nel posto giusto. Ebbene sì, anche gli shop online devono essere ottimizzati affinché i prodotti offerti compaiano nei risultati di ricerca e siano trovati, visionati e talvolta comprati dagli utenti che effettuano ricerche sul Web.


Freschi freschi di Web Marketing Festival (si sa, ci piace rimanere super aggiornati in materia), oggi andiamo ad approfondire questa tematica molto importante.


Una corretta strategia SEO rappresenta un'attività importante nel medio-lungo periodo per avere traffico organico gratuito e con alti tassi di conversione sugli e-commerce.


Fatta questa doverosa premessa, possiamo partire.



SEO per e-commerce: perché é importante?

Il principale vantaggio é senza alcun dubbio la maggiore visibilità del tuo brand e dei tuoi prodotti sui motori di ricerca.


Ottimizzare i propri contenuti, i propri prodotti, le proprie schede prodotto, significa rispondere correttamente alla domanda dell'utente, a ciò che sta cercando in quell'esatto momento.


In gergo tecnico, Search Intent. Se non sai di cosa sto parlando, ti consiglio di leggere questo approfondimento che ho scritto.


Applicando questa definizione ad un e-commerce, significa mostrare il proprio prodotto ad utenti che hanno manifestato consapevolmente un'intenzione di acquisto.


Le ricerche organiche portano il 300% di traffico in più rispetto qualsiasi attività svolta sui Social Media, lo sapevi?

Entrando nel dettaglio, la parte "Organic" rappresenta la seconda fonte che genera più traffico, dopo "Direct"


La SEO è importante, e può davvero aiutare un e-commerce a fare la differenza e a vendere di più. Nonostante richieda molto tempo, si tratta di un investimento che verrà ripagato nel tempo.


La scelta delle giuste keyword

Senza alcun dubbio la fase di ricerca delle parole chiave, in gergo tecnico Keyword Research, rappresenta uno step cruciale per la Strategia SEO di un e-commerce ed ora andiamo a capire il perché.


Uno dei vantaggi principali è la creazione di un'architettura informativa ben chiara ed ottimizzata nel proprio Sito Web sia per Google che per gli utenti.


In uno Shop Online questo fattore è determinante.

Porsi delle domande, sulle circostanze di utilizzo del prodotto, sulle caratteristiche, sui modelli, permette di fare dei ragionamenti in termini strategici.


In questo modo si possono sviluppare altri rami utili per la creazione di filtri, tag e categorie, in modo da semplificare ulteriormente la User Experience dell'utente che naviga sul sito.


Ora ti elenco alcune delle best practices per la scelta delle Keywords per il tuo e-commerce:

  • Hai in mente alcune Keyword che possono essere inerenti al tuo prodotto o al tuo business? Prima di partire con la fase operativa, concentrati su quella strategica, è fondamentale sapere come fare keyword research.

  • Verifica, cercando su Google le Keyword che hai individuato, a quali risultati portano. Sei finito a leggere un articolo di approfondimento oppure su una scheda prodotto?

  • In base al risultato del punto precedente, serve ottimizzare la parola chiave (e le sinonime) per rispondere all'intento di ricerca dell'utente.

  • Controlla il volume di ricerca delle parole chiave che hai scelto tramite i vari tool presenti sul Web (Perla di giornata: utilizza lo Strumento di Pianificazione delle Parole Chiave di Google Ads, è gratuito 💡 ).

  • Competitività: quanti risultati restituisce quella Keyword e quali sono i siti che si posizionano per essa.

  • Utilizza parole chiave “a coda lunga”. Cosa significa? Utilizzare parole chiave composte da almeno 2/3 termini, significa andare ad intercettare una nicchia di mercato. Di conseguenza queste keyword sono più facili da posizionare perché solitamente godono di una minore “concorrenza”. Le Long Tail Keyword intercettano ricerche di informazioni più precise fatte dagli utenti potenzialmente più interessati e più “pronti a convertire” rispetto ad utenti che usano termini più generici.


Come ottimizzare le schede prodotto

Fatte queste premesse, è buona cosa capire come e dove mettere le mani in pasta per ottimizzare le proprie schede prodotto ed i propri contenuti.


Entriamo nel dettaglio.


La struttura dell'e-commerce

Come anticipato nelle righe precedenti, è fondamentale dedicare del tempo per la creazione della struttura del tuo shop online. Un'alberatura semplice, ordinata e intuitiva, contribuirà ad aumentare le vendite sull’e-commerce. Se il sito non è strutturato in modo semplice l’utente non riuscirà a navigarlo e tantomeno il Crawler di Google, che incontrerà difficoltà a scansionarlo.


Cura i contenuti

Occorre ricordare che i nostri contenuti, le nostre descrizioni, vengono lette da persone e non solamente dal Bot di Google.


Ciò significa che bisogna lavorare, oltre sull'utilizzo della parola chiave e delle correlate, anche sull'unicità e sulla creatività, portando un effettivo beneficio all'utente, rispondendo alle sue domande, ai suoi dubbi.


Le descrizioni prodotto devono essere:

  • Uniche e originali: non usare contenuti copiati o duplicati, Google potrebbe penalizzarti per questo motivo.

  • SEO Friendly: come anticipato, devono contenere le parole chiave relative al prodotto e il nome del prodotto con varianti e sinonimi.

  • Leggibili: suddividi il tuo testo in paragrafi e utilizza grassetto, corsivo ed in generale tutti i marcatori.

In linea di massima tratta ogni singolo contenuto come se dovessi rispondere a una necessità specifica: ogni pagina del tuo sito web deve infatti essere ottimizzata per una parola chiave e le sue sinonime.


L'importanza dei Tag Title

Il Tag Title, come dice la parola stessa, è il Codice che specifica il titolo di una

determinata pagina web.


Esso viene mostrato nei risultati di ricerca, con un colore blu. Per semplicità ti riporto un esempio qui a fianco.


Il Title è senza alcun dubbio uno degli elementi da ottimizzare on-page, influenzando la pertinenza del tuo contenuto. Per questo motivo occorre lavorare sul suo miglioramento. Come?

  • Inserisci la Keyword più importanti all’inizio

  • Non superare i 70 caratteri circa

Gli Url: non trascurarli!

Ebbene sì, anche gli URL sono un fattore da tenere in considerazione se vuoi cercare di posizionare il tuo contenuto.


Nello specifico, serve un URL parlante e di facile compressione che comunichi sia a Google che all'utente il contenuto della pagina. L’ideale è un URL che contenga la Keyword di riferimento.


Aumentare il tasso di clic con la Meta Description

Hai capito bene.

Attraverso una Meta Description accurata, pertinente e creativa, è possibile andare ad aumentare il tasso di clic, coinvolgendo di fatto l'utente in poche righe.


Se non hai ben capito dove si trova la Meta Description, te la riporto qui a fianco. Si tratta di fatto di un anteprima di ciò che verrà mostrato all'utente, pertanto è buona cosa ottimizzarla.


I Link Interni

A fronte di una corretta struttura, è fondamentale utilizzare i Link Interni (Sinteticamente, linkare altri contenuti presenti sul tuo stesso sito) per distribuire del valore delle pagine all’interno del tuo e-commerce.


Occhio però, a non esagerare.


Ottimizzare le immagini

Oltre ad essere molto utili lato utente, per farsi un'ulteriore idea sul prodotto in sé, per una scheda prodotto è importante utilizzare ed ottimizzare anche le immagini presenti nell'e-commerce.


Ecco gli elementi da considerare:

  • Limita il peso delle immagini (puoi utilizzare tool come jpeg compressor, ad esempio): ricorda che la velocità di caricamento incide direttamente sul posizionamento sui motori di ricerca.

  • Utilizza un nome file significativo: deve essere descrittivo dell’immagine ed ottimizzato. Ricorda che deve essere scritto in questo modo: scarpe-da-calcio-nike

  • Utilizza l'Alt Text: è quello che lo spider di Google legge per capire che cosa rappresenta l’immagine. Inoltre è di fondamentale importanza per le persone non vedenti che, attraverso un'accurata descrizione possono capire e comprendere il contenuto dell'immagine.

  • Inserisci il Tag Title dell’immagine, utilizzando la Keyword.


I Tag Head

Qui si parla di un aspetto fondamentale all'interno della pagina. Si tratta di dare una gerarchia ben definita al contenuto, utilizzando questi tag. Vanno da H1 ad H6 ed in ordine crescente rispecchiano l'importanza che si vuol dare al singolo paragrafo.


Ecco di seguito alcune sintetiche regole base che si possono prendere in considerazione per l’inserimento di questi elementi:

  • Tag H1: è il titolo del contenuto. Serve includere la keyword principale su cui si intende posizionarsi ed è da utilizzare una sola volta per pagina e mai duplicato in altre pagine.

  • Tag H2: viene utilizzato per mettere in evidenza i paragrafi che suddividono il testo per argomenti e/o aree tematiche. Hanno inoltre la funzione di suddividere il testo per aiutare l'utente a capire al meglio la tematica. Anche qui, è consigliato includere parole chiave, ma occhio a non esagerare, altrimenti Google si arrabbia, e non è mai una bella cosa.

  • Tag H3: da utilizzare per mettere in evidenza i sotto paragrafi utili ad approfondire l'argomento.

Mobile Friendly

Per ultimo, ma non meno importanza, l'ottimizzazione per i dispositivi mobile. Già, Google ha deciso di dare più rilevanza a Siti Web "Mobile Friendly", penalizzando i siti che si navigano male da cellulare.


In conclusione

Come avrai notato, la SEO per e-commerce apre moltissime porte per migliorare il rendimento del tuo Shop. Sfruttando ognuna di queste riuscirai ad ottenere dei reali benefici concreti per la vendita online dei tuoi prodotti.


Se ti è piaciuto questo breve approfondimento, condividilo, se hai dubbi su come ottimizzare le tue schede prodotto puoi porre le tue domande qui sotto o nel nostro gruppo chiuso di Facebook.






0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

コメント


bottom of page